Arte contemporanea e Horror. Su Netflix

La satira sul mondo dell’arte contemporanea non è nuova. È un mondo pieno di gente con ego ipertrofico di mercanti furbacchioni, di curatori improvvisati, di giornalisti da burletta- Il bluff è all’ordine del giorno, spesso anche la truffa: ma il delitto molto meno.

Mancava perciò all’appello il genere horror, una lacuna colmata in questi giorni da Velvet Buzzsaw, uscito su Netflix e diretto dall’americano Dan Gilroy.

La pellicola, ambientata nel mondo delle grandi gallerie e delle fiere d’arte ha come protagonisti il critico d’arte Morf Wandevalt (Jake Gyllenhal) e la gallerista Rhodora Haze (Rene Russo), impegnati nella ricerca su un  pittore deceduto, le cui opere descrivono un universo cupo e violento.

Jake Gyllenhaa

La situazione  degenera lentamente, e il film da satira si trasforna , in un thriller-horror con accenti splatter

Da non perdere per gli amanti del genere.

Direttore responsabile Aldo Premoli – Direttore editoriale Pierluigi Di Rosa - Edito da: Editori Indipendenti S.r.l. via Firenze, 20 – 95128 Catania