Belli tutti. Ma il migliore… Da Radice Pura a Giarre

Belli tutti. Ma il migliore… Da Radice Pura a Giarre

14 giardini. Sono quelli inaugurati ieri alle 17.00 da Radice Pura. Dieci opera di giovani giardinieri + 2  di giardinieri senior.

Belli tutti e bello il pubblico del vernissage presente ieri sera da Radice Pura. Il festival questo anno dedicato ai Giardini produttivi giunto alla sua seconda edizione si collaca tra le nuove eccellenze siciliane.

Non ci sono dubbi tuttavia che il più ispirato sia stato quello di Antonio Perazzi che illustriamo qui nella nostra Gallery. Perazzi è noto per la poesia che ai meno avezzi può apparire un po’ difficle da decifrare  dei suoi giardini “spontanei”. Questa volta con piastrelle d’acqua e cemento a intervallare piccole aiuole disposte a scacchiera ha sorpeso: dal suo rendering diffuso in precedenza era difficle capire che cosa avesse combinato. Di certo possiamo dire che  non ha deluso: bravo !

Antonio Perazzi ed Emma Averna amici da semper sui terreni di Radice Pura

Un allestimeno difficile da classificare – non si tratta di un giardino ma di uns insonorizzazione a cui è stata dedicata un’area un po’ discosta da tutto il resto – è quello del musicista e sound designer Stefano Zorzanello, vicentino di origine ma residsente a Catania. Cercatelo, e accsotatevi ai suoni provenienti dai tubi arancione che escono dal suolo. Ne vale la pena

Il festival che inaugura oggi 27 aprile continua sino al 27 ottobre. Qui il programma

Direttore responsabile Aldo Premoli – Direttore editoriale Pierluigi Di Rosa - Edito da: Editori Indipendenti S.r.l. via Firenze, 20 – 95128 Catania