Feste finite? E’ ora di tagliare gli zuccheri

Feste finite? E’ ora di tagliare gli zuccheri

Inizierai a sentirti più energico, più concentrato e meno irritabile. Anche se tagliare lo zucchero all’inizio comporta un po’ di attenzione. E sono in molti a pensare di non averne bisogno.

Ma zucchero aggiunto si nasconde in quasi il 70 percento degli alimenti confezionati:si trova nel pane, negli snack, nelle bevamde gassate, negli yogurt, nella maggior parte degli alimenti per la prima colazione e nelle salse.

Che tu sia magro o grasso, puoi trarre beneficio riducendo lo zucchero nella tua dieta. Non si tratta di essere obesi: più zucchero mangi, più velocemente invecchi.

Ma lo zucchero non è un alimento naturale? Questo è un argomento controverso spesso promosso dall’industria dello zucchero, ma non c’è nulla di naturale nel modo in cui la maggior parte di noi mangia zucchero aggiunto.

Quando mangi una fragola stai mangiando fruttosio nel suo stato naturale, che  viene fornito con un numero di micronutrienti più fibre, che rallenta l’assorbimento e la velocità con cui lo zucchero entra nel flusso sanguigno.

Ma il fruttosio che si trova negli alimenti e nelle bevande ultraprocessati è concentrato da mais, barbabietole e canna da zucchero, e gran parte dellele fibre  sono state rimossi.

Per cominciare, è una buona idea è limitarne il consumo durante la prioma colazione, che tende ad essere il pasto più dolce della giornata. Il taglio di bevande zuccherate e il consumo di cibi integrali anziché di alimenti confezionati influiscono notevolmente. Se brami il dessert, mangia invece frutta (salta l’uva, che è principalmente lo zucchero)

E quando leggi le etichette degli alimenti, cerca lo zucchero aggiunto sotto mentite spoglie. “Bisogna tenere presente che gli zuccheri aggiunti vanno con molti nomi diversi come” zucchero di canna “,” zucchero di barbabietola “,” nettare di agave “e” miele “,” ma non lasciarti ingannare da questi nomi, perché sono tutti aggiunti zuccheri con effetti metabolici simili e calorie extra.

Direttore responsabile Aldo Premoli – Direttore editoriale Pierluigi Di Rosa - Edito da: Editori Indipendenti S.r.l. via Firenze, 20 – 95128 Catania