KUSAMA. Un’artista a POIS.

Yayoi Kusama è nata a Matsumoto City, in Giappone, nel 1929. Ultima di quattro fratelli, sin da piccola desidera diventare una pittrice e dall’età di 10 anni inizia a fare arte. I puntini, i pois che l’hanno resa famosa in tutto il mondo sono presenti sin dal principio, sin da quegli anni.

Io converto l’energia della vita nei punti dell’universo”, dice la voce di Yayoi Kusamaall’inizio del film Kusama – Infinity. Una sola frase, di poche parole, che contiene al suo interno tutta l’essenza, l’esperienza, la creatività di questa artista che ha scelto i colori forti per contrastare ogni negatività del mondo. Su ogni sua tela, grande o piccola, c’è un’idea diversa, un sentimento diverso, una sensazione o un’emozione che corre veloce e lascia spazio già al prossimo lavoro. Il documentario Kusama – Infinity mostra tutti questi chiaroscuri, queste dimensioni della sua carriera, della sua vita e delle sue ambizioni rincorse e a volte strappate via.

Questo testo è un sunto dell’articolo di Margehrita Bordino apparso in rtribune il 5 marzo 2019

Un’artista a pois. La storia di Yayoi Kusama in un documentario

 

Direttore responsabile Aldo Premoli – Direttore editoriale Pierluigi Di Rosa - Edito da: Editori Indipendenti S.r.l. via Firenze, 20 – 95128 Catania