Skate e moda. In un tomo monstre ora in libreria

Skate e moda. In un tomo monstre ora in libreria

Un libro di 352 pagine di cui 333 sono di sole immagini, senza una parola. L’epitome perfetta di venticinque anni di lavoro di un marchio divenuto inspiegabilmente un’icona fashion.

Senza nessuna previsione Supreme in venticinque anni  è divenuto un successo internazionale preso a modello in una miriade di campi, tra cui design, moda, arte, street style e marketing.

Quello che lo ha reso diverso e alla fine superiore ad altri competitor sono le sue incursioni sulla scena artistica. Solo il destino ha fatto sì che il suo store abbia  aperto i battenti in Lafayette Street la stessa strada dove nel 1986 era spuntato il primo il Pop Shop di Keith Haring?

Davvero rilevante presenza all’interno del proprio sterminato universo merceologico di progetti di artisti del calibro di Cindy Sherman, HR Giger,  Raymond Pettibon, Larry Clark , Nan Goldin, John Baldessarri, Dash Snow, Harmony Korine, Urs Fischer e i Chapman Brothers.

Di sicuro Supreme è un caso a sè: non ha mai subito (capito?) un solo trend moda, non si è mai prodotto in una sola sfilata, non ha mai cambiato designer.  Però nel 2004  ha aperto un secondo negozio a Los Angeles. Sono poi arrivati gli store di Londra (2011) e Parigi (2016). A seguire quelli giapponesi a Tokyo (Harajuku, Daikanyama & Shibuya), Nagoya, Osaka e Fukuoka.

Nel  2017 è la volta di Brooklyn il quartiere hypster del momento: ma è il fondo di investimenti Carlyle Group che ne ha rilevato il 50% a dare l‘idea del suo valore attuale: un miliardo di dollari..

 

Supreme. Phaidon, 2020 www.phaidon.com

 

Aldo Premoli

Aldo Premoli

Nato a Milano, vive tra Noto, Cernobbio e gli Usa, dove lavorano i suoi figli. A partire dal 1989 ha diretto periodici specializzati del settore abbigliamento come “L’Uomo Vogue”. O in qiello dell’arte contemporanea come “Tar magazine”. Blogger di Huffington Post Italia e Artribune è co-fondatore dell’Associazione Mediterraneo Sicilia Europa

Direttore responsabile Aldo Premoli – Direttore editoriale Pierluigi Di Rosa - Edito da: Editori Indipendenti S.r.l. via Firenze, 20 – 95128 Catania