Il Primo Re, la Donna, il Fuoco

Il primo re è la storia di  Romolo e Remo, interpretati rispettivamente Alessio Lapice e Alessandro Borghi. La leggenda è cosa nota, ma costruire una storia attraverso immagini, scene, movimenti riducendo all’osso l’uso della parola prevede uno studio intenso.

Il film è steticamente perfetto e  sorretto dalla dalla fotografia spiazzante e reale firmata da Daniele Ciprì.

Un ruolo centrale lo hanno una donna e il fuoco. La vestale Satnei (Tania Garribba, bravissima attrice teatrale) è la  sacerdotessa che ha il compito di vegliare il fuoco sacro.

Tania Garribba

Romolo ha verso il fuoco e verso la vestale una forma di devozione, ne capisce il ruolo, il significato e li rispetta come cose sacre. Remo li riconosce come pericolo e contrasto alla sua ascesa. La donna e il fuoco rappresentano  la ragione e il pathos, elementi principi della niostra della cultura latina

Il Primo Re di Matteo Rovere con Alessandro Borghi e Alessio Lapice. Dal 31 gennaio al Cinema. ​

Direttore responsabile Aldo Premoli – Direttore editoriale Pierluigi Di Rosa - Edito da: Editori Indipendenti S.r.l. via Firenze, 20 – 95128 Catania