TeleStrada Press. Inaugura la nuova sede di Catania

TeleStrada Press. Inaugura la nuova sede di Catania

Per una volta un opening che non è dedicato ai soliti happy few.

Alle 19.00 di questa sera viene inaugurata la nuova sede di  TeleStrada Press. Un luogo fisico  che è insieme  laboratorio giornalistico,  biblioteca dove riporre donazioni di libri, coperte e materiale destinato ai senzatetto, ma soprattutto uno spazio per creare occasioni di apertura e di incontro.

Si trova al numero 24 di Via S. Elena a pochi metri dalla Locanda del Samaritano, ha un nuovo mobilio con scaffalature colorate, librerie, scrivanie a parete e un grande tavolo per le riunioni.  Si presta anche per tenere i corsi di formazione e aggiornamento per volontari e formare tutti colori che vogliono distaccarsi dalla povertà educativa minorile. Lo spazio permette di avviare nuove attività che coinvolgano non solo i senza tetto per cui è stato pensato il progetto ma anche formare iragazzi residenti in Locanda che hanno bisogno di completare i loro studi o formarsi professionalmente.

Un nuovo gruppo di lavoro di recente costituitosi in città insiste su queste problematiche per implementare l’azione che già svolge da diversi anni la Locanda del Samaritano (diretta da Padre Mario Sirica) con i suoi vari annessi in città. L’obbiettivo è quello di generare un indotto efficiente che costituisca fonte di un piccolo reddito anche per gli ospiti bisognosi nonché per giovani virtuosi e professionalmente formati che a Catania si sentono vocati a lavorare per e con il prossimo.

La partnership già consolidatasi tra la Locanda del Samaritano e l’Associazione Mediterraneo Sicilia Europa Onlus è lì a significare come è possibile fare rete tra associazioni laiche, cattoliche e professionistidi buona volontà, ognuno disposto a mettere a disposizione le proprie specifiche competenze. Perché questo genere di rete è davvero un efficace strumento di contrasto alla povertà crescente. Al sodalizio tra le due Onlus si è difatti aggiunto un affermato gruppo di giovani professionisti: gli architetti di MODUS LAB.

La sede di via S.Elena 24 contribuirà inoltre a supportare lo sforzo di autofinanziamento del giornale TeleStrada Press e di tutte attività collegate, offrendo la possibilità di potenziare la distribuzione a offerta libera del giornale e dei libri recuperati.

 TeleStrada Press da dieci anni accompagna persone senza dimora o con disagio sociale grave in un percorso di reinserimento sociale e lavorativo. Spesso si è portati a credere che queste persone (definite per lo pià come reietti, rifiuti della società, alcolizzati, drogati, matti, buoni a a nulla) abbiano scelto loro di rifiutare la vita sociale e si siano volontariamente isolati.  Non è così. Nessuno sceglie di essere solo, povero, di non avere radici, di non avere una “casa”, relazioni amicali, affettive e sociali.

La vita di strada non è mai una scelta. Coloro che si trovano in questa condizione conservano spesso elevate potenzialità, che il sistema tradizionale dell’accoglienza (dormitorio-mensa) spesso non è in grado di prendere in considerazione. Così la persona caduta in strada, rimane agganciata a un sistema che la rende dipendente e che non fa altro che cronicizzare la sua condizione.  Ma tutti coloro che versano in condizioni di grave disagio, possono sorprenderci quando riusciamo a vedere la Persona oltre il suo disagio. Quando questo accade, il disagio diventa risolvibile e la persona riconquista il proprio posto nel mondo: da problema si trasforma in risorsa e può diventare anche soluzione per gli altri: non pochi sono i casi in cui chi è uscito dal disagio diventa tramite per chi versa ancora nella stessa condizione.

In Italia i primi giornali di strada sono nati negli anni ’90, ma TeleStrada Press è​ il primo, e l’unico giornale di strada siciliano autogestito e autofinanziato.  TeleStrada Press è composta da 2 cospi redazionali.

Il primo griuppo è composta da senza dimora ​ ospitati presso la Locanda del Samaritano. Le persone inserite nel progetto partecipano a Laboratori di giornalismo e di scrittura creativa seguono un percorso riabilitativo relazionale e lavorativo. Queste persone hanno trovato così un modo per sentirsi protagonisti di un progetto che li coinvolge in prima persona, fornisce un’occasione di riscatto sociale, oltre che la concreta possibilità di riconquistare una parziale indipendenza, grazie al sostegno   economico che riusciamo a garantire loro attraverso la distribuzione  a offerta libera del giornale.

Il secondo gruppo itinerante detto “Redazione di Strada” riesce attualmente, sempre grazie alla  distribuzione a offerta libera del giornale a sostenere il progetto (stampa, grafica, laboratorio, trasferte, sito internet, libreria itinerante) e a fornire un piccolo sostegno economico anche ai senza dimora che collaborano in qualità di redattori e diffusori del mensile.

 

 

Per informazioni

Locanda del Samaritano: Tel. 095.32.66.84 – www.locandadelsamaritanocatania.org

Modus Lab: mobile 340.7692388 – Tel. 095. 2163817 www.moduslab.it

Ass.ne Mediterraneo Sicilia Europa : info@mediterraneosiciliaeuropa.org  www.mediterraneosiciliaeuropa.org

Uff stampa: Emma Averna averna@apstudio.net

Viviamo di donazioni

Locanda del Samaritano: Tel. 095.32.66.84 – www.locandadelsamaritanocatania.org

 

Emma Averna

Emma Averna

EMMA AVERNA. Dopo una laurea in Scenografia per il teatro all’Accademia di belle arti di Brera entra al FAI ( Fondo per l’ambiente italiano) con un incarico di raccolta fondi e promozione delle proprietà su tutto il territorio italiano. Terminata questa esperienza per 10 anni è Direttore della comunicazione e relazioni esterne Italia di Bulgari spa. Dal 2010 al 2015 per la Fondazione Umberto Veronesi si occupa di comunicazione e ufficio stampa e crea una rete di delegazioni su tutto il territorio italiano. Presidemnte della Onlus Mediterraneo Sicilia Europa dove in particolare si occupa di progetti di integrazione rivolti a minori, siciliani poveri o migranti.

Direttore responsabile Aldo Premoli – Direttore editoriale Pierluigi Di Rosa - Edito da: Editori Indipendenti S.r.l. via Firenze, 20 – 95128 Catania