Tha flag relocation. Il video d’arte di Francesco Di Giovanni

Protagonista del video è una giovinetta etiope di dieci anni che, col il nastro ‘fragile’, imballa la bandiera europea. Con questo nastro Sami sembra voler tenere insieme le singole unità di una comunità sempre a rischio di andare in pezzi.
Delle dodici stelle originarie alla fine ne resta solo una: rappresenta l’ancora di salvezza a cui la piccola Sami si è aggrappata per cominciare una nuova vita: è quella dell’Italia, il Paese dove è stata adottata e che le ha permesso di ricostruirsi una famiglia.
The Flag relocation di Francesco Di Giovanni (Catania, 1991) è un’opera che sta attirando su di sé molta attenzione. Esposta lo scorso anno a Catania alla Fondazione Brodbeck e a Guarene d’Alba dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, è attualmente in mostra, fino al 16 novembre, alla galleria Maria Livia Brunelli di Ferrara.
Già in precedenza il giovane autore siciliano aveva utilizzato come bussola artistica il concetto di ricollocazione: una modalità di cambiamento che può essere dolorosa, ma anche rappresentare un sospiro di sollievo, un’opportunità, una meta agognata.
Questo testo è un sunto dell’articolo di Aldo premoli pubblicato in Artribune lo scorso 17 ottobre
Direttore responsabile Aldo Premoli – Direttore editoriale Pierluigi Di Rosa - Edito da: Editori Indipendenti S.r.l. via Firenze, 20 – 95128 Catania