L’idea di Sicilia di Samuele Mazza

L’idea di Sicilia di Samuele Mazza

(pubblicato il 7 febbario 2018). Jean Cocteau diceva che gli italiani sono “ francesi che si divertono’….il grandissimo intellettuale francese amava molto l’Italia, come del resto tutta l’intellighentia di Francia. Per loro noi italiani siamo sempre stati tormento ed estasi. Anche se tuttavia per una questione di lingua e di abitudini colonialiste, molti Parigini del ‘900 hanno preferito le mete esotiche del Magreb, quali Sidi bu Said, in Tunisia, Marrakesh e Tangeri in Marocco.

Gli anni 2000 a causa delle primavere arabe, (che tanto “ primavere “ non si sono rivelate) le destinazioni sono cambiate. Adesso la Sicilia, la Puglia ed il Portogallo sono le mete più hot per la gente più hip del mondo.

Accade così che persone fantastiche come Gregoire Vermer e Alexandrine Stordeur sono venuti a creare un luogo di bellezza, e convivialità. Lo scenario è il Val di Noto, dove ormai è sotto gli occhi di tutti ciò che accade, la moltitudine di persone che in questa zona tra Siracusa e Ragusa, sono venute a vivere e ad investire.

Le nuove dimore sono spesso case internazionali, ispirate al Mediterraneo ma che sembrano tratte da quadri dell’artista inglese Lawrence Alma Tadema…. che immaginava e dipingeva un Mediterraneo pieno di templi, di figure mitiche, di angeli e ninfe nello stagno..un immaginario ottocentesco, ma in fondo –  per certi versi – attuale e veritiero, perchè al netto dell’enfasi pittorica molte di quelle visioni non sono lontane dalla realtà.

In fondo chi mette su casa nel nostro Sud è ancora spinto da questa idea ottocentesca del Grand Tour, che significa possedere una casa in un luogo friendly, libero e di rara bellezza.

Le foto sono di Matteo Aquila

Samuele Mazza

Samuele Mazza

Da curatore di libri per Electa a fashion designer, da gallerista e organizzatore di eventi a designer e interior designer. Fondatore e direttore creativo di Visionnaire Home Philosophy. Si occupa di tutto ciò che è fashion e trova interessante oggi fare arredamento così come negli anni ’80 lo era occuparsi di moda.

Direttore responsabile Aldo Premoli – Direttore editoriale Pierluigi Di Rosa - Edito da: Editori Indipendenti S.r.l. via Firenze, 20 – 95128 Catania